tour del salento

Salento in 6 giorni: un tour incredibile tra mare ed entroterra

Il cuore storico e artistico del Salento è Lecce. Musei, palazzi nobiliari e chiese barocche incantano turisti provenienti da tutto il mondo, senza dimenticare il patrimonio gastronomico che soddisfa anche i palati più fini.

Lecce è considerata anche il punto di partenza perfetto per scoprire alcune delle località simbolo del Salento, come Gallipoli e Copertino, attraversando luoghi dalla bellezza indiscutibile. Bastano 6 giorni per organizzare un tour alla scoperta di luoghi simbolo di questa bella terra, soddisfacendo le esigenze di chi vuole scoprire la storia, l'arte e la natura di questo angolo della Puglia.

Primi due giorni tra Lecce, Gallipoli e Galatina

Il primo giorno di questo tour salentino parte da Lecce, alla scoperta dei suoi monumenti simbolo, gran parte dei quali plasmati in dorata pietra leccese. Piazza Sant'Oronzo sorge ai piedi dell'omonima colonna votiva, all'ombra della quale sorge il grande anfiteatro romano del II d.C. e il loggiato del '500, ossia ciò che resta dell'antico Palazzo del Seggio. Non lontano ecco la Basilica di Santa Croce, uno dei massimi esempi di barocco leccese, adiacente al Palazzo dei Celestini. Imperdibile poi la Piazza Duomo, un luogo scenografico incorniciato dalla Cattedrale di SS. Maria Annunziata e dal campanile dello Zimbalo dalla caratteristica cupola ottagonale.

Il secondo giorno i visitatori, nell'arco di 92 km circa, partiranno da Lecce per raggiungere Gallipoli, con il suo centro storico situato su un isolotto nel mezzo del Mar Ionio, collegato al resto della cittadina salentina da un ponte in muratura. Uno dei simboli di Gallipoli è il Castello Angioino con il Ravellino circolare circondato dal mare e la piccola Chiesa della Purità, affacciata sull'omonima spiaggia dalla quale si godono tramonti meravigliosi.

Lasciando Gallipoli, prima di fare ritorno a Lecce, si fa tappa a Galatina, la cui fama è legata in particolare alla presenza della Basilica di S. Caterina d'Alessandria, voluta dal conte Raimondo Orsini del Balzo per custodire una reliquia di Santa Caterina. All'interno della chiesa è possibile ammirare uno spettacolare ciclo di affreschi di scuola senese e giottesca, raffiguranti scene di vita della santa, della Genesi e dell'Apocalisse. Galatina è anche il borgo legato alla tradizione della Taranta. In passato, infatti, le "tarantate" venivano portate all'interno della Chiesa di San Paolo per chiedere al santo la guarigione, bevendo l'acqua prelevata dal vicino pozzo e suonando una frenetica musica a colpi di tamburello.

Da Santa Maria di Leuca all'incontaminata Porto Cesareo

Il terzo giorno del tour in Salento parte sempre da Lecce, con l'obiettivo di portare i visitatori a scoprire prima Santa Maria di Leuca e poi Castro. La prima è il borgo situato all'estremità meridionale della penisola salentina, dove la terra lascia spazio al mare. Il Santuario di Santa Maria de finibus terrae è il simbolo di Santa Maria di Leuca e sorge su un promontorio con vista mare. A due passi sorgono il faro della fine dell'800 e la scalinata che porta al sottostante porticciolo, costeggiando la Cascata Monumentale, grandiosa opera di ingegneria idraulica nata per celebrare l'Acquedotto Pugliese.

Risalendo la costa adriatica salentina si raggiunge Castro, un borgo sito sul luogo dove si dice approdò Enea. La prima cosa che l'eroe di Virgilio avvistò fu il tempio di Minerva, le cui rovine sono ancora oggi presenti a Castro Superiore. Dal porticciolo di Castro Marina invece si possono fare escursioni alla scoperta di grotte bellissime, tra le quali spicca la Zinzulusa, una labirintica cavità carsica situata quasi a pelo d'acqua che conserva, nella sua parte più profonda, anche il lago sotterraneo del Cocito.

Il quarto giorno del viaggio in Salento mira a far conoscere un’altra zona interessante, ossia la Grecìa Salentina, dove si parla ancora l'antichissima lingua del griko. Si attraversano borghi pittoreschi come Sternatia, Calimera e Corigliano d'Otranto, il cui Castello dei Monti è una meraviglia da non perdere. Il rientro a Lecce passa per una visita a Specchia e al suo medioevale centro storico, dominato dalla mole del Castello Protonobilissimo Risolo.

L'ultimo giorno di questo tour fa invece tappa al borgo di Copertino, legato alla figura di San Giuseppe da Copertino e il cui monumento simbolo è il Castello rinascimentale risalente al 1540. La tappa finale di questo viaggio è Porto Cesareo, il luogo migliore per godersi il mare del Salento, non a caso parte dell'Area Naturale Marina Protetta visitabile anche in barca.

Scopri i dettagli di questo meraviglioso tour alla scoperta di Lecce e del Salento, cliccando qui.

Guide del Salento

 

Guida Salento

Sfoglia il Catalogo

Contattaci

Via Soleto, 109
73025 Martano (Le)
Telefono
+39 0836 572824

 

Questo sito è in regola Leggi tutto
© Copyright 2013- - SalentoeSviluppo S.n.c. - P.Iva 04536890751
Tutti i marchi, le foto e i contenuti citati appartengono ai legittimi proprietari.