EmailStampaExport ICS

La mostra monografica di Carlo Garzia al castello Carlo V di Lecce

Event

Title:
La mostra monografica di Carlo Garzia al castello Carlo V di Lecce
When:
Sab, 20. Novembre 2021 - Gio, 20. Gennaio 2022
Category:
Arte e Cultura

Event Description

La mostra monografica di Carlo Garzia al castello Carlo V   

Una grande mostra antologica negli spazi del Castello Carlo V di Lecce, una mostra virtuale con contenuti speciali da scoprire in città e on line, incontri in libreria con alcuni degli autori più interessanti del panorama nazionale: Bitume Copy/Past* è un progetto di Liberrima per “Puglia Luoghi della Bellezza” con la direzione artistica di Bitume Photofest, per riflettere sul passato che ispira l’arte del presente.

Bitume Photofest è pronto ad offrire a tutti gli appassionati d’arte e fotografia un novembre ricco di spunti e momenti di riflessione con alcuni dei nomi più interessanti della fotografia italiana; in arrivo una mostra antologica, ma anche incontri ed eventi in città. Dopo l’esposizione di ottobre “Bitume Photofest Young Talent editions”, negli spazi del Museo Castromediano di Lecce, che ha portato a Lecce otto giovani artisti visuali provenienti da tutta Italia, grazie ai fondi destinati alla Fotografia attraverso l’avviso ministeriale “Strategia Fotografia 2020”, offrendo una finestra sui processi e sui temi che gli artisti visuali contemporanei italiani stanno portando avanti negli ultimi anni, il festival Bitume Photofest ideato e curato dal 2014 dal collettivo Positivo Diretto, porta in città, il prossimo 20 novembre, negli spazi del Castello Carlo V e della Libreria Liberrima (partner del progetto), COPY/PAST* , un evento che riflette sul concetto di passato e sul modo in cui gli artisti contemporanei al passato attingano o si ispirino.

La mostra personale, dal titolo “Ce qu’il reste”, che arricchirà il calendario culturale in città tra novembre e dicembre, è dedicata a un importante fotografo documentarista di Puglia, Carlo Garzia; si tratta di un corpus di immagini per la prima volta selezionate dal grande archivio dell’autore, che ha attraversato con il suo sguardo gli ultimi cinquant’anni e che abiteranno gli spazi del Castello Carlo V di Lecce a partire dal 20 novembre, inaugurazione ore 20.00  con la produzione di un catalogo dedicato.

Classe 1944, Garzia si laurea in Lingua e Civiltà Francese e dedica grande parte della vita alla fotografia; muovendo da interessi di antropologia visiva, ispirati dalla ricerca di autori come Lombardi-Satriani ed Ernesto De Martino e in generale dallo strutturalismo, orienta poi la sua ricerca verso l’analisi dell’habitat, soprattutto del Mezzogiorno d’Italia, e l’immagine delle città (oltre la Puglia, Parigi, Barcellona, Budapest, Roma, Berlino, Stati Uniti). Unisce l’attività di docente di francese alla ricerca fotografica, ai viaggi e all’attività di curatela, fondando spazi culturali per cui cura numerose mostre d’autore, tutte mirate a ridefinire anche teoricamente una nuova idea visiva del paesaggio pugliese e dell’area mediterranea in generale. Sue fotografie fanno parte di collezioni pubbliche e private, in particolare presso il Museo della Fotografia Italiana di Villa Ghirlanda di Milano, il Museo Etnografico Nazionale di Roma, il MAXXI di Roma, il MUFOCO, Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo e la Biblioteca Provinciale De Gemmis di Bari.

“La mostra è una sintesi di un percorso che parte dai miei inizi fino alle fotografie più recenti. Per quanto riguarda la scelta del titolo “Ce qu’il reste”, come spesso avviene mi sono affidato al caso, ho preso uno dei miei libri e ho aperto una pagina casualmente, quello che è venuto fuori è stato un verso della poetessa polacca Szymborska che io amo molto. Questo verso mi ha ricondotto in un gioco di ricordi e immagini ad uno dei miei primissimi viaggi a Parigi, quando una cosa che mi impressionò molto e che inconsciamente ritorna spesso fu il quadro di Delacroix che mostra la morte del Re Sardanapalo, che è di una crudeltà incredibile. Crudele perché secondo la storia il tiranno accortosi della sua imminente fine decide di eliminare tutto ciò che era legato a lui e tra le eredità figuravano anche le bellissime donne del suo harem che nella rappresentazione vengono letteralmente scannate sul suo letto. In quel caso lui decide di non lasciare nulla ma nel gioco di rimandi che si è creato nella mia testa si è trattato di trovare la dialettica tra i due antipodi, l’umana ambizione di lasciare qualcosa e il desiderio di chiudere tutto in un silenzio universale.” (Carlo Garzia)

In programma tra novembre e dicembre anche una speciale mostra virtuale, fruibile attraverso QR code installato su pannelli che si potranno incontrare nel Parco urbano del Galateo a Lecce, con contributi sul tema da parte di giovani artisti contemporanei; ancora una serie di incontri in libreria, presso Liberrima, alle 17.30, con autori, editor e artisti, saranno momenti di grande interesse per appassionati e curiosi: in programma martedì 30 Novembre - Veronica Nicolardi, direttrice del Cortona On The Move, presenta un lavoro congiunto del Sistema Festival Fotografia dal titolo "Geografie della rigenerazione umana e urbana" edito da Postcart; venerdì 3 Dicembre - Ivana Marrone presenta il libro "Riscatti - Archivio romantico delle fotografie perdute", edito da RVM Hub; 10 Dicembre - Leonardo Magrelli intervistato da Giorgio Di Noto presenta il suo libro "West of Here" edito da Yoffy Press; mercoledì 15 dicembre -
Carlo Garzia, intervistato da Andrea Laudisa, presenta il catalogo della mostra "Ce qu'il reste" edito da Liberrima.


“Puglia Luoghi della Bellezza” è un progetto di Libreria Liberrima a cura di Positivo Diretto, sostenuto dalla Regione Puglia, “Programmazione Custodiamo la cultura in Puglia; Fondo speciale per la Cultura e Patrimonio Culturale L.R. 40 art.15 comma 3 – investiamo nel vostro futuro.”, Teatro Pubblico Pugliese, con il patrocinio del Comune di Lecce e in collaborazione con Theutra officina della cultura. 

Orari mostra: 9-13/16-20; Prezzo 5 intero; 3 ridotto , gratuito per disabili e accompagnatori, giornalisti, guide turistiche abilitate, dipendenti del Ministero dei Beni Culturali (*solo per i non residenti è previsto il costo aggiuntivo di 3 euro) Info mostra al castello: 0832.246517

 

fonte: Lecceprima

Guide del Salento

 

Guida Salento

Sfoglia il Catalogo

Contattaci

Via Soleto, 109
73025 Martano (Le)
Telefono
+39 0836 572824

 

Questo sito è in regola Leggi tutto
© Copyright 2013- - SalentoeSviluppo S.n.c. - P.Iva 04536890751
Tutti i marchi, le foto e i contenuti citati appartengono ai legittimi proprietari.